Il Body Scanning 3D diventerà parte dei centri commerciali futuri – Vestiti su misura grazie ai modelli digitali

Il Body Scanning 3D diventerà parte dei centri commerciali futuri – Vestiti su misura grazie ai modelli digitali

Marks & Spencer (M&S) ha recentemente investito in Texel, società di scansione 3D russa sviluppatrice di due body scanner, Portal BX e Portal MX. La tecnologia di scansione 3D è stata implementata con successo in centri commerciali e negozi in diversi paesi tra cui Russia e Spagna. Il loro sistema di scansione è supportato da un software sviluppato da Texel che rende il “Texel Portal … unico perché è possibile montare qualsiasi sensore 3D sul suo telaio”.

Gli avatar fotorealistici che ne risultano sono destinati ai clienti durante lo shopping e per fornire consigli sull’abbigliamento. Oltre 100 misurazioni del corpo vengono eseguite insieme alle preferenze di registrazione dei dati sullo stile del cliente.I modelli vemgono generati in meno di 1 minuto e sono subito disponibili anche su mobile. Texel ha generato una libreria di oltre 90.000 scansioni del corpo a colori e afferma che questo rappresenta uno dei più grandi database al mondo di tali informazioni.Ognuno tramite questa tecnologia puo’ fissare un momento preciso della sua vita con tutte le informazioni anantomiche digitali, che potranno servire anche in futuro per confronti, utili anche in campo medico, anche se per ora l’utilizzo è inteso solo come commerciale.

Paschal Little di M&S, ha dichiarato: “La tecnologia di Texel ci apre molti percorsi entusiasmanti. La vendita al dettaglio sta cambiando e sta cambiando più velocemente che mai. Investire in aziende come Texel ci pone al centro di quel cambiamento e ci fornisce gli strumenti per testare e provare nuovi modi per ispirare i nostri clienti. ”

Texel entrerà a far parte del programma di accelerazione del commercio al dettaglio attraverso una joint venture con M&S denominata Founders Factory Retail.

Founders Factory è un acceleratore e incubatore globale con l’obiettivo annuale di creare 13 nuove startup. Gli investitori dell’azienda includono L’Oreal, easyJet, Guardian Media Group, Aviva, Holtzbrinck, CSC e M&S. La divisione acceleratori ha come obiettivo 35 investimenti di startup all’anno. Ad oggi il portafoglio di Founders Factory include l’accelerazione di 95 startup e l’incubazione di 22 startup.

Il futuro dell’abbigliamento e del modo di fare shopping è alle porte, e sia la scansione 3D assieme alla stampa 3d saranno sicuramente protagonisti di questa nuova era.

Source: stampa3dstore.com